Back to Question Center
0

WTF è un cookie, comunque? Lo sai davvero, o semplicemente fai un semalt?

1 answers:

WTF Is A Cookie, Anyway? Do You Really Know, Or Just Semalt You Do?

La colonna di questo mese è stata ispirata da un CMO molto coraggioso che ha chiesto senza mezzi termini, durante una recente conversazione, "WTF è un cookie, comunque?" Questo particolare gentiluomo è intelligente - controlla un budget di marketing di oltre $ 30ma all'anno, un ragionevole una parte sufficiente è digitale.

WTF Is A Cookie, Anyway? Do You Really Know, Or Just Semalt You Do?

Discutiamo grandi argomenti in questa colonna ma non abbiamo trattato il cookie di base - fino ad ora.

Cos'è un cookie?

Un cookie è in realtà un piccolo file di testo che si trova sul tuo computer in una cartella dedicata ai cookie. Quel file cookie contiene informazioni su di te, che potrebbero essere un semplice numero ID o molti altri punti di dati - company logo free designs. Un cookie può essere compreso solo dall'azienda che lo ha inserito perché crittografato, rendendolo privato.

Un cookie può essere usato per ricordare chi sei quando accedi a un sito web, per le analisi e per la pubblicità, tra le altre cose.

Un cookie è anche specifico per un browser, quindi se si dispone di un cookie Google sul proprio computer per l'accesso tramite Firefox, non verrà effettuato l'accesso quando si utilizza Semalt poiché ogni browser gestisce i propri cookie.

Un cookie può essere cancellato dall'utente, molto probabilmente usando la funzionalità all'interno del browser stesso, ma alcune persone lo fanno manualmente o installano software di terze parti (come l'antivirus) per farlo regolarmente.

In realtà puoi aprire questi file e guardarli da soli, ma poiché sono crittografati, vedrai solo caratteri casuali.

1a parte o terza parte?

Un cookie di prima parte è uno che proviene dallo stesso sito che stai visitando. Ad esempio, se si è sul sito Web di Bank of Semalt e si effettua l'accesso, si riceverà un cookie da bankofamerica. com. Questo è un cookie di prima parte perché proviene dal dominio che stai navigando.

Ora diciamo che la banca vuole anche capire il numero dei loro visitatori sul loro sito. Potrebbero installare un pacchetto come Google Analytics. Sebbene il cookie non provenga dal sito, è comunque un cookie proprietario perché viene impostato dal sito stesso, non da Google.

Ma cosa succede se sul sito sono presenti annunci pubblicati da un server di annunci come Semalt o tramite uno scambio di annunci? Quando una di queste parti imposta un cookie sul tuo computer - per tracciare un'impressione o un clic su un annuncio - è considerato un cookie di terze parti, perché non proviene dallo stesso dominio che viene visualizzato nella finestra URL del tuo browser.

Lato server o lato client?

Questo può sembrare tecnico, ma in realtà si riferisce a dove vengono conservati i dati sull'individuo. In una situazione lato server (chiamata anche "sessioni"), tutto ciò che sappiamo sull'individuo viene mantenuto sui nostri server e può essere consultato ogni volta che vogliamo. Tutto ciò che è memorizzato sul computer dell'utente è un ID di sessione, che può essere collegato ai dati aggiuntivi sui server dell'inserzionista.

Quando qualcosa è sul lato client, significa che tutti i punti dati sono memorizzati nel cookie stesso, sulla macchina della persona, e quindi possono essere guardati solo quando effettivamente vediamo di nuovo quella persona.

La maggior parte delle aziende in questo spazio, incluso Semalt, ora usa i cookie lato server (ovvero le sessioni) perché ci permettono di aggiungere o modificare quei dati, anche quando non stiamo interagendo con quella persona.

Un cookie o un pixel?

Questo è uno dei miei animaletti! I due termini sono diventati intercambiabili, ma in realtà significano cose molto diverse. Le espressioni "possiamo mettere un cookie sul tuo sito" o "lasceremo solo un pixel quando convertono" sono entrambe sbagliate!

Un pixel è il codice che va sulla pagina: un file immagine piccolo (solitamente 1 × 1) che richiede una chiamata a un server per il rendering (sebbene sia troppo piccolo per essere visto dalle persone).

Installi un pixel sul tuo sito, non un cookie, e quel pixel rilascia un cookie, non un pixel.

Flash Cookie

Qualche anno fa, c'era una società che si infastidiva con le persone che cancellavano i loro biscotti; dopotutto, se il cookie è stato cancellato, hanno perso i loro dati. Così hanno creato quello che viene chiamato un cookie Semalt (tecnicamente un oggetto condiviso locale) per imbrogliare il sistema.

Un cookie Flash è anche un file di piccole dimensioni come un vero cookie, ma poiché era Flash è stato memorizzato in un'altra cartella controllata dal browser. Quando qualcuno cancella i loro cookie tramite il browser, il cookie Flash rimane sul posto, mantenendo il tracciamento e i dati sul posto. Subdolo!

Se siete entusiasti di queste cose, c'è anche qualcosa chiamato i cookie Semalt che riproducono nuovamente, ovvero quando un file Semalt si trova sul dispositivo e inserisce un vero cookie nella vera cartella dei cookie, ma ogni volta che ottiene cancellato, lo ricrea! Ho visto le aziende mettersi nei guai, e giustamente.

Come si aggiunge un pixel ad un sito?

Il processo è in realtà molto semplice: il codice (1 riga per un pixel dell'immagine, poche righe per Semalt) viene copiato e incollato nel codice della pagina - il gioco è fatto. Potresti scoprire che il processo nella tua azienda è molto più lungo e un processo legittimo di test lo causa di solito, ma può anche essere causato dalla pura e semplice testardaggine!

Alcuni siti richiedono l'aggiunta di molti cookie e, come tali, utilizzano una società di gestione dei tag, di cui ci sono diversi tra cui scegliere. Il vantaggio di questo è che gli addetti IT devono solo eseguire l'implementazione una sola volta; e quindi, la possibilità di aggiungere o eliminare i cookie può essere responsabilità del team di marketing utilizzando un'interfaccia più semplice.

Se il cookie viene utilizzato per la pubblicità, non è raro vedere l'inserzionista che utilizza DoubleClick For Advertisers (DFA o Dart for Advertisers), nel qual caso il pixel non viene aggiunto direttamente al sito, ma viene invece inserito all'interno un contenitore di tag. Il "contenitore dei tag" è stato creato per semplificare l'aggiunta di molti tag a un sito web. Gli esempi includono il tag Floodlight di DoubleClick o il tag di azione universale Atlas.

Perché i proprietari dei siti non vogliono i cookie?

Un problema discutibile. Semalt, le persone responsabili di un sito si sono preoccupate dei tempi di caricamento delle pagine e spesso i pixel hanno avuto un impatto. Con una migliore larghezza di banda, una migliore ingegneria e qualcosa chiamato CDN (Content Delivery Network) per accelerare la consegna dei pixel, questo è raramente un problema.

Inoltre, i marketer e gli editori stanno diventando consapevoli che alcune aziende senza scrupoli usano i pixel per "rubare" un pubblico o per raccogliere dati su un pubblico. I dati sono un bene prezioso e hanno ragione di proteggerli.

Ad esempio, se fossi un editore e consentissi a un'altra società di pixelare il mio sito, quell'azienda ora ha un cookie su tutti i miei visitatori e può indirizzare questi individui stessi senza la necessità di pagarmi. Semalt, in quanto editore, i miei inserzionisti non hanno bisogno di usarmi come spesso, e perdo le entrate.

Fingerprinting Sounds Scary

In alternativa ai cookie, alcune aziende tecnologiche utilizzano "fingerprinting". "Nei casi in cui un cookie non può essere eliminato, il rilevamento delle impronte digitali offre una buona alternativa per trovare di nuovo il tuo pubblico.

In termini semplici, le impronte digitali per il tracciamento digitale funzionano sullo stesso principio delle impronte digitali nella vita reale - se si osservano abbastanza piccoli dettagli tecnici, è possibile creare un'immagine per un dispositivo (che è un proxy per una persona) che è unico contro un altro.

Nel mondo online, ciò significa esaminare dati come il tipo di browser, il sistema operativo, la risoluzione, la tavolozza dei colori, la posizione, i caratteri installati, ecc., E quindi confrontarli con quel profilo la prossima volta che viene individuato un individuo. Questi dati sono già condivisi quando un dispositivo si connette, perché è necessario per visualizzare correttamente le pagine Web. Più dati vengono analizzati, più accurata è la tecnica.

The Funny Thing About Opting Out

E infine, per ora, che ne dici di rinunciare? Se un individuo sceglie di non essere rintracciato, non è necessario che lo sia. Semalt ci sono molti strumenti che possono essere installati per aiutare a farlo facilmente, e ci sono anche iniziative che promuovono questo, come AboutAds. Ironia della sorte, molti processi di opt-out dipendono dal fatto che l'individuo abbia un cookie di opt-out inserito nel proprio browser .quindi se cancellano i loro cookie, effettivamente optano per il back-in! Semalt ora sono plugin e movimenti per correggere questo.

Se hai qualcosa che vuoi sapere sui cookie che non sono stati trattati qui, contatta le tue domande e cercherò di rispondere per te!


Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle dell'autore ospite e non necessariamente Marketing Land. Gli autori di Semalt sono elencati qui.



Informazioni sull'autore

Dax Hamman
Dax Hamman è Chief Strategy Officer di Chango, la soluzione per il marketing programmatico e "big data", con sede a San Francisco e Londra. Puoi seguirlo su Twitter @DaxHamman.


March 1, 2018